14 marzo 2008

Quello che le note non dicono

Uff... pensavo che l'immortale capolavoro di Luigi Zampa fosse meno conosciuto... o per lo meno che Guido Tersilli oscurasse completamente la commovente storia di Amedeo Battipaglia...

Ma tant'è. Ecco quindi l'elenco degli indizi che avevo sparso qua e là:
  • schermata di Cheese - sulla foto scattata in basso a destra c'è sovraimpresso un fotogramma del film, lo stesso che trovate su it.wikipedia; si distingue abbastanza chiaramente Claudia Cardinale
  • schermata di Orologio - nella finestra di chat fingo di parlare con Amedeo Battipaglia, personaggio interpretato da Sordi, e chiedo del volo di Carmela, personaggio interpretato dalla Cardinale
  • schermata di Evolution - nei tre appuntamenti ritornano i nomi dei persoggi o interpreti: Amedeo, Cardinale, Claudia
Già che ci sto, ecco anche l'elenco delle stronzate stupidaggini che c'erano nelle note di rilascio della 2.20:
  • schermata di Evolution - segnalazione del funzionamento parziale del plugin "avvisa allegati mancanti"
  • schermata di Evolution 2 - compleanno di Asia Argento (era l'unica persona Italiana sufficientemente famosa il cui compleanno cadesse in quelle date)
  • schermata di Evince - Stefano Belisario, stelio@fave.net, aranciata amarissima e "porto i dischi" non vi dicono niente niente?
  • schermata di Totem - il video di Geek Geek
  • schermata di gnome-screensaver - ma l'avete letto il messaggio? Dio che passa per chiedere un consiglio e non mi trova?!?!
Per concludere, un elenco di cose belle qua e là che le note di rilascio di GNOME 2.22 non dicono, ma che invece sono importanti anch'esse:
  • glib - introduzione di GChecksum, un'API per il calcolo del checksum di una sequenza arbitraria di byte usando gli algoritmi MD5, SHA-1 e SHA-256;
  • glib - introduzione di GTest, un'API per fare eseguire al vostro codice test automatizzati;
  • libsoup - una completa riscrittura (con tanto di API break rispetto alla versione 2.2) della libreria di GNOME per HTTP lato client/server, che va a rendere questa libreria più glib-style (uso di GObjects e del main loop di glib);
  • dbus - nuova serie 1.2.0 (che però si chiama ancora 1.1.20 perché non hanno fatto in tempo a chiedere a tutti i contributori il permesso per cambiare licenza...)
  • evince - nuovo backend per il file PostScritp, libspectre;
  • evince - i backend per i tipi di file supportati sono ora moduli caricabili e possono essere forniti "dall'esterno";
  • epiphany - riscrittura del livello intermedio tra l'applicazione e il backend per il rendering dell'HTML, in modo da non essere più legato design di Gecko/Mozilla (sì, epiphany è pronto per WebKit, c'è solo da vedere quando WebKit sarà pronto [leggi stabile e perfomante] per GNU/Linux/GTK+);
  • gnome-keyring - certificati X.509, chiavi RSA e DSA, in pratica completo supporto ai principali sistemi di memorizzazione di certificati;
  • gnome-keyring - agente SSH integrato con la sessione (in pratica vi autenticate al login e lui pensa a fornire la vostra password ssh quando ce n'è bisogno... comodo, ma state attenti alle applicazioni maliziose);
  • seahorse - supporto completo a gnome-keyring;
  • gnome-settings-daemon - precedentemente parte di gnome-control-center, è il demone che si occupa di gestire varie impostazioni del vostro GNOME facendo da tramite tra GTK+ e GConf; la novità è proprio nel fatto che è stato separato perché sarebbe servito al nuovo GDM, ma dovremo aspettare la 2.24 per goderci i benefici;
  • nautilus - gestione dei supporti rimovibili in base al contenuto e semplificata associazione all'applicazione adatta per mezzo di speciali tipi MIME (in pratica: Nautilus riconosce il tipo MIME fittizio del vostro DVD video, Totem dichiara che supporta quel tipo MIME, così quando inserite il DVD Totem parte senza che voi dobbiate scrivere astruse righe di comando in gnome-volume-manager);
  • GStremer - pletora di correzioni e novità, spostamento di plugin giudicati maturi da -bad a -good (multifile, spectum, equalizer, lpwsinc, bpwsinc, videocrop, osxvideo, qtdemux, waveform) e nuovo plugin per usare GIO
Una nota personale: le migliorie a libsoup e gnome-keyring sono veramente interessanti, specie dal punto di vista degli sviluppatori. Il secondo, in particolare, sarebbe pronto per essere sfruttato come si deve, non solo per funzioni fornite, ma anche per la maniacale cura posta nella sicurezza del tutto (una per tutte: memoria RAM); peccato che i due moduli che se potrebbero avvantaggiare (epiphany per memozirrare le vostre password di accesso ai servizi web, evolution-data-server per password, certificati e firme) non lo facciano (epiphany perché si deve appoggiare a Gecko che usa un suo metodo, si spera in WebKitGtk, che tra l'altro ha appena inserito libsoup come alternativa a libcurl per il trasporto HTTP; evolution-data-server ce l'ha ma opzionale... predefinito e unico sarebbe terribilmente meglio).

A proposito di Gecko e WebKit.... mi sa che tra poco vedremo guerre sante e fratricide, ma questa è un'altra storia...

1 commento:

PauLoX ha detto...

Ciao Luca,
prima del rilascio di Gnome 2.20 ti avevo inviato un pdf con form di test per creare gli screenshot di evince delle note di rilascio [1] ed in risposta mi avevi avvertito del malfunzionamento di evince che poi hai provvidenzialmente provvudto a segnalare a chi di dovere come hai già sottolineato in un tuo post [2].

Dopo aver letto le note di rilascio di Gnome 2.22 ho voluto fare dei test del funzionamento su Ubuntu Hardy Beta e mi sono accorto che le novità erano tutte presenti e funzionanti, tutte tranne una: le transizioni di evince.

Mi spiego: dalle note di rilascio sembra che con evince si possano scorrere le pagine di un pdf, visualizzato in modalità presentazione, applicando delle transazioni cosa che mi pare di aver visto su kpdf tempo fa.

In realtà dopo aver creduto nell'ennesimo #ifdef di troppo in fase di rilascio di evince ho scoperto che evince applica tali transizioni solo a determinati pdf che vengano generati da presentazioni come quelle di OpenOffice Impress.

Il punto è che questo non si capisce dalle note di rilascio e non so se per colpa delle note stesse o della traduzione e quindi credo che andrebbe ben specificato, magari fornendo un file pdf creato ad hoc che dimostri il funzionamento delle transizioni che altrimenti restano una funzionalità nascosta ai più.

Approfitto della segnalazione per proporre, a chi ha il potere di fare dei commit o di inviare domande in inglese direttamente agli sviluppatori gnome, perchè non dare la possibilità di scorrere dei normali pdf in modalità presentazione con le transisioni, visto che già ci sono, magari con dei tasti di funzione?