22 maggio 2007

Datore di lavoro

Qualcuno si offre volontario a stipendio zero per implementare la capplet nell'immagine allegata?


IMHO è il modo migliore per configurare l'ambiente grafico per chi ha problemi di vista, in attesa che le magie a la Compiz arrivino nel toolkit.

Aggiornamento: se a qualcuno andasse veramente di provare, dovrebbe provare a inserirlo direttamente nel modulo gnome-control-center (quindi le utili funzioni di interfaccia a GConf lì presenti e ovviamente scrivendo il codice in C). Le varie checkbox e radiobox, in pratica, altro non dovrebbero fare che impostare dei particolari e opportuni valori nelle chiavi GConf relative ai temi o ai caratteri, per esempio attivando la checkbox Use big text, si dovrebbe impostare a "Sans 18" le chiavi /desktop/gnome/interface/font_name e /desktop/gnome/interface/document_font_name, a "Monospace 18" la chiave /desktop/gnome/interface/monospace_font_name e a "Sans Bold 18" /apps/metacity/general/titlebar_font; disattivandola, invece, si potrebbe o azzerare i valori delle chiavi o, in una versione successiva e più avanzata, i valori che le chiavi avevano prima dell'attivazione.
Analogo discorso per Use big icons, con la cui attivazione si dovrebbe scegliere il tema LargePrint, HicolorLargePrint, HicolorInvertedLargePrint o LowcolorLargePrint in base a quanto impostato nella sezione Apperarance; notare che per impostare un tema si deve agire su tre chiavi, quella del tema dei controlli, quella del tema di metacity e quella del tema delle icone.

2 commenti:

lizardking ha detto...

Dovrebbe essere fatto in pythoon+gtk+gconf questo?

Luca ha detto...

lizardking, se lo fai in C e l'applet sara' integrata nel control center di GNOME puoi sfruttare gconf-property-editor (http://svn.gnome.org/viewcvs/gnome-control-center/trunk/capplets/common/).