2 novembre 2010

A ≠ non-A

Che poi, diciamocelo, gnoseologicamente parlando è veramente una grande sfida. Analizziamola pezzetto per pezzetto.

I due predicati "guardare le ragazze" e "essere gay" sono le due azioni messe in confronto. Diciamo che la prima sia A e la seconda sia B. Se consideriamo i rispettivi opposti, e quindi "non guardare le ragazze" e "non essere gay" e li chiamiamo non-A e non-B, risulta ovvio che A ≠ non-A così come B ≠ non-B. Bene, perfetto, possiamo procedere.

Consideriamo ora i predicati "farsi le pugnette" e "essere ciechi", rispettivamente indicati con C e D.

Se ne ha che, usando il potente strumento logico-deduttivo del sillogismo avremmo che B = C, ma anche C  = D, da cui deriva ovviamente che B = D, ovvero tutti i gay sono ciechi.

Parimenti, procedendo in senso opposto, avremo che D = non-A, ma visto che D = B allora B = non-A. Essendo questo appurato per vero, ecco quindi che è anche verificato come non-B = A.

Oddio... certo, in una ottica dualistica e limitata come potrebbe essere quella del VI secolo a.C. il tutto fila liscio come l'olio, eppure prendiamo l'ultima affermazione: "non-B = A". Introduciamo un ultimo predicato "essere omosessuali" e chiamiamolo E. È palese a tutti che E = B, da cui, usando risultato precedente, non-E = A, che vale anche come A = non-E, cioè "guardare le ragazze equivale a non essere omosessuali"...

...

...

OK, qualcuno deve comunicare alle mie fantasie erotiche che le ragazze non possono lasciarsi andare a effusioni saffiche.

PS ovviamente, per chi non lo sapesse già, il potente strumento logico-deduttivo del sillogismo non serva ad altro che conoscere qualcosa che si conosce già...

7 commenti:

mattions ha detto...

inoltre, se le premesse del sillogismo sono errate la soluzione è errata.

Logicamente corretta, ma falsa, perchè ottenuta da premesse false.

E se qualcuno ha dei dubbi, lo chieda a Kant.

laconcoide ha detto...

perche' B = C?

Luca Ferretti ha detto...

B=C ... in effetti ho lasciare un evidente passaggio debole a tutto il ragionamento, un po' volontariamente un po' perché ho scritto di getto, mi sembrava "giusto" mantenere tale debolezza proprio nel passaggio in cui si accomuna "per natura" la gayezza alle pratiche malsane.

Ma visto che il sillogismo fa miracoli, l'anello di congiunzione potrebbe comunque essere individuato con una bella invasione in territori ecclesiastici, per mezzo di "non disperdere il seme", ma non mi pare il caso di stare a fare tutto il percorso, vero? :)

Luca Ferretti ha detto...

Che poi anche C = D ...

laconcoide ha detto...

C = D spiega i refusi dei tuoi post immagino... :-D

Flavia ha detto...

Che poi, diciamocelo, se la stessa cosa la dicesse una donna, avrebbe ancora senso????

Anonimo ha detto...

Pensavo che nel dopo-sbronza tentasse di convincerci di non essere stato lui a scrivere tale post...

Ziocane