18 novembre 2010

Critic-ocrazy

Non è il massimo venire a parlare dei miei edit nella WP italiana se non ti firmi nemmeno. Tu hai dato più soldi di me? hai più edit in quella italiana? dimmi chi sei così controllo e poi ti faccio i complimenti, da anonimo questa critica mi sembra scarsa e in linea con chi critica e poi sta con le mani in mano.


da qui
Cioè? Non posso dire che it.wikipedia.org farebbe meglio a tradurre dall'inglese invece che mettere contributi originali se non ho ottenuta mezza stelletta? Non posso dire che Fedora è stupida a non fornire nella sua Live OpenOffice.org perché uso Ubuntu? Non posso dire che KDE è solo una vetrina per le Qt e che magari tra 4 anni lo segano in favore di MeeGo for Desktop? Non posso dire che il Ministro Sandro Bondi¹ avrebbe dovuto rassegnare le dimissioni perché non sono a capo della Presidenza del Consiglio?

Esistono veramente solo il fare tanto o il fare bene (o il metterci tanti soldi, ma quella è un'altra storia)? Io non pretendo di decidere per cose a cui partecipo, ma ci sono due cose di cui non riuscirete mai a privarmi: la libertà di pensare e il piacere sopraffino della critica da bar.

[1] del Poeta Sandro Bondi non parlo, ma solo perché dovrei rivelare che non ho mai letto la sua opera e questa sarebbe una grande pecca nel mio curriculum

10 commenti:

Santiago ha detto...

Scusa, ma non mi sembra che ti abbiano detto che non puoi dirlo O.o

ha detto "non mi sembra il massimo" e poi ha detto che la critica gli sembrava scarsa perché veniva da un anonimo, ma non te l'ha vietato, no?

Dovevi risponderli come faccio io quando mi dicono "sta zitto perché Canonical mette i soldi", ecco io li dico: "vedi, me ne sbatto altamente perché ho la libertà di dire quel cazzo ce mi pare" :)

Flavia ha detto...

Guarda che il commentatore anonimo non è Luca....

Santiago ha detto...

allora qualcosa mi sfugge. Pensavo che il commento di Luca fosse fatto alla replica che ha fatto il tale Sandro. O.o

Luca Ferretti ha detto...

Santiago, il mio personale stupore era proprio sul tenore delle risposte dei "wikipediani" in quel gruppo di commenti (che mi sono dilettato a leggere un po' tutti, ho solo linkato e riportato quello più "completo").

Alcune critiche magari erano eccessive, ma le risposte erano orientate verso il "dimmi chi sei e cosa hai fatto altrimenti non provare a criticare (e ringrazia che wikipedia ci sia)", con particolare accanimento sul "fammi sapere chi sei" (da una parte e dall'altra).

È vero che Punto Informatico è diventato la culla dei piccoli troll, ma un atteggiamento del tipo "è vero, alcune informazioni non sono accurate, ma non abbiamo risorse per controllare tutto" sarebbe stato sinceramente più apprezzato da chi dichiara di lavorare a una enciclopedia libera.

Anonimo ha detto...

Perchè non dire anche che ubuntu fa cagare.
La verità diciamola tutta.
invece di scssà'e pall con KDE4

Luca Ferretti ha detto...

@Anonimo

Non è il massimo venire a dire a me che ubuntu fa cagare se non ti firmi nemmeno. Tu hai fatto più donazioni a Fedora? Hai più commit nel sistema di VCS di KDE? Dimmi chi sei, così controllo e poi ti faccio i complimenti, da anonimo questa critica mi sembra scarsa e in linea con chi critica e poi sta con le mani in mano.

PS c,mq io mica ho detto KDE4, ho detto KDE in toto

Santiago ha detto...

@Luca:
capito. Ora ho letto meglio i commenti, secondo me quel kenzo non è neanche uno che lavora per wikipedia. Come hai detto, ormai punto informatico è pieno di troll :D

Punto informatico è come "rivista Chi" dell'informatica.

Pero su wikipedia c'è la zona "discussione" per ogni articolo, quello mi sembra un sistema utile e teoricamente efficiente. Teoricamente perché purtroppo ti trovi sempre a discutere con qualche idiota che non vuole intendere ragioni.

Santiago ha detto...

Comunque lo sai che mi è appena venuto in mente questo post?
guarda ho letto un commento che diceva: "Shuttleworth paga e comanda. Regala (la miglior distro desktop) e prende (suggerimenti, idee, codice). Alla fine dei conti CI RIMETTE DEI SOLDI, quindi IO mi sentirei MOOOOOLTO stupido a chiedere di più (senza poi però sganciare un cent)."

lo stesso ragionamento, cioe: tu non metti i soldi, non criticare. aaah sti fan di ubuntu =P

Flavia ha detto...

@ Santiago

Svelo tutta la mia stupidità se confesso di non aver capito il senso del tuo ultimo commento? :)

Santiago ha detto...

@Flavia,
no probabilmente sono stato criptico io. Quel che volevo dire, in altre parole, è che molte volte ho ricevuto la critica: "Shuttleworth mette i soldi e quindi chi critica deve stare zitto."
Oppure: "sei il solito che critica ma stai con le mani in mano."

E quindi paragonavo quelle critiche alle stesse di cui si lamentava Luca. Giusto per dire che quel tipo di lamentela c'è ovunque. Tanto il procedimento retorico è lo stesso, si confonde la costruttività di una critica alla sua produttività. Sono due cose diverse, anzi la produttività della critica viene a posteriori e spetta a chi la riceve(a meno che essa non provenga proprio dall'interno), per cui se uno si becca una critica costruttiva dovrebbe solo ringraziare. :)

PS OT: è un po' quel che è successo con Travaglio quando poco fa ha criticato il programma di Saviano. Nel mio ultimo post ho parlato di quella faccenda mettendo in evidenza come la critica di Travaglio fosse costruttiva. E di come i lettori del Fatto siano entrati in quel gioco chiamato "faccio buon viso a cattivo gioco" dicendo a Travaglio di non criticare il programma perché tutti e due hanno lo stesso "nemico". Una stronzata, a mio parere.

Ciao :)