17 febbraio 2010

Open Missiva

Gent.ma Ministro Michela Brambilla,

vengo solo ora tristemente a conoscenza del fatto che anche i traduttori professionisti italiani sono un covo di comunisti sovvertitori come i magistrati e buona parte del corpo insegnanti.

Ebbene, forse lei non sa, forse le sembrerà inaspettatto e ardito da parte mia, ma da quando l'ho vista¹ ho sempre provato una profonda simpatia per lei.

Per questo vorrei correre in suo soccorso. Lo sa che c'è un sito, launchpad.net, dove se lei ci carica il testo da tradurre, in giro per il mondo ci sono un sacco di fessacchiotti che si prodigheranno a farlo?!? Sembra incredibile anche a me, ma c'è gente che la da via gratis, la propria professionalità.

Nella speranza di non essere stato un po' troppo inopportuno e invadente e nell'ardore di aver reso un buon servigio alla patria e alla presidenza del consiglio dei ministri, ossequiosamente saluto.


[1] non è colpa mia, giuro; cercavo conferma sul fatto che si chiamasse michela e ho provato su goooooogle, il primo risultato è quello che vedete

6 commenti:

marco ha detto...

Grande Luca! ti stimo sempre di più!

marco

Keteremillpario ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Keteremillpario ha detto...

Scusate ma al commento di prima mancava una parte.
Volevo dire che comunque non ho capito la conclusione del post.
Tu sostieni quindi, che anziché pagare dei traduttori professionisti, sarebbe meglio utilizzare i traduttori gratuiti di Lauchpad?

Michael ha detto...

Ottimo! Così i testi potranno essere tradotti anche in latino, in farsi e in ewe. Non si sa mai, in caso che Giulio Cesare o Nerone (due a caso) ritornino in vita e vogliano capire com'è messa l'Italia odierna...

Luca Ferretti ha detto...

@Keteremillpario

Se poni la questione come contrapposizione professionisti/gratuiti, allora direi che non hai capito l'intero post ;)

Keteremillpario ha detto...

eh ma infatti ho scritto che non l'ho capito. O.o Potresti spiegarlo meglio?