20 aprile 2009

A new rootkit on the block (aka 060606)

E non mi si venga a dire che l'hanno fatto solo perché così ogni tanto potevano alzare diritto e turgido il braccio destro al cielo, lasciando il palmo ben steso a far flurire tutta la loro trabboccante vitalità (aka saluto romano).

Tutte le città hanno un gruppo folkloristico, per cui trovo assolutamente legittimo che anche la città eterna lo abbia. Foto e video (ma vi suggerisco le foto, la fissità eterna del momento catturato rende il tutto molto meno tamarro di quanto appaia in video).

PS ma il raffinatissimo, colto, eclettico ed elitario Umberto Broccoli, nuovo Sovraintendente ai Beni Culturali del Comune di Roma, cosa ne pensa? lo avevano informato? ha avallato?

3 commenti:

Milo ha detto...

Dai, stavano girando un nuovo film di Asterix & Obelix...

Dario Cavedon ha detto...

Ma si, già vestirsi da Carnevale in tempo di Pasqua ci vuole coraggio, a farlo con delle armature di ferro sotto la pioggia poi...

BoySka ha detto...

e' legittimo avere un gruppo folkloristico.
un po' meno legittimo e' celebrare una festa voluta dal fascismo senza togliere nulla alla vuota propaganda che il fascismo dava con questa festa; come romano, troverei assai piu' "campanilistico" non radere al suolo il centro di roma per farci vie inutili, e magari nemmeno far diventare nero il nostro amato colosseo per lo smog che ci abbiamo creato.
Poi, ognuno sa amare la citta' a modo suo...