17 maggio 2008

Io sono ciò che sono per merito di ciò che siamo tutti

Mi permetto di dissentire dal titolo del mio stesso post.

Io non sono ciò che sono per merito di chi lancia molotov sulle baracche o fa retate alle 3 di notte.

Io sono ciò che sono perché durante la XIV legislatura ho visto gli occhi dei bambini che in uno di quei campi nomadi abitavano, il giorno dopo una di queste belle iniziative.

Io non sono ciò che sono per merito di chi uccide, incendia e getta in un pozzo una ragazza di 15 anni.

Io sono ciò che sono perché 15 anni fa ho conosciuto una meravigliosa ragazza di 15 anni, prima che se ne andasse senza nemmeno poterla salutare.

Ah, se proprio volete lanciare molotov a qualcuno, usate queste.

6 commenti:

Paul ha detto...

Un ragazzo in gamba quest'elle punto uca.

Un uomo con sentimenti solidi e idee sempre molto complicate; idee che forse faticherà a realizzare, ma non per questo perderanno valore.

Un uomo con una potente, piacevole, capacità espressiva.

Mi piace questo blog, non posso negarlo.

Saluti,
Paul

Francesco de Virgilio ha detto...

Perfettamente daccordo su tutto, morale di ferro....

saltydog ha detto...

Non posso che essere d'accordo...

Alessandro ha detto...

Pienamente d'accordo anch'io..

loopback ha detto...

Per fortuna ogni tanto controllo il blog, se no mi perdevo questo post. Non e' apparso su http://gnome.ocracy.org/

palexandra ha detto...

Io ho la mia visione del titolo del tuo post: sono ciò che sono, per quello che sono. Ho passato il passato, ma senza dimenticarlo, vuol dire che l'ho digerito ed assimilato e viaggio sulla linea del presente...wau che roba pesante!! Ma è una chiave per la felicità
Ciao seguirò il tuo blog
Mercì