20 maggio 2008

Comunicato sindacale RLF-MFA a chiunque gli vada di leggere

Si è svolto lunedì 19 c.m. presso i locali dell'associazione Gaz-Oh-Metro la tavola rettangolare tra le Segreterie locali R.L.F. e le Strutture territoriali M.F.A. per verificare la leggittimità di iniziative personali alla luce dei commenti registrati nell'ultimo fine settimana e dell'implementazione delle azioni previste nel piano di astensione volontaria dal lavoro.
  • Travisando nella situazione un tentativo egoistico di pressione sui pacati membri della comunità tutta, al fine non già di ottenere miglioramenti sperati o conseguire obiettivi prefissati per il bene dell'intero collettivo, ma solo per proprio tornaconto personale;
  • prendendo atto dell'atteggiamento al limite dell'eversivo del fautore dell'iniziativa personale, che non si è degnato di presenziare alla tavola per esporre e chiarire le sue motivazioni, ma si è limitato a un forzoso e forzato contatto telefonico a spese degli stessi membri partecipanti;
  • riconoscendo che il motivo scatenante dell'iniziativa personale non può e non deve essere d'esempio per successive o ulteriori simili iniziative di esclusione e differenziazione nella vita partecipata e partecipante dei membri della comunità;
  • NON POTENDO credere alle loro orecchie quando sono stati presentati altri casi, con motivazioni altrettando frivole, di astensione volontarie da ogni forma di attività professionale e di assoluzione dei propri compiti, ravvisando in ciò un problema forse più grande e più diffuso nel tessuto connettivo comunitario;
tutto ciò considerato, le Segreterie locali R.L.F. e le Strutture territoriali M.F.A. concordano nella necessità di dare un segnale forte e preciso, un segnale con basso SNR e alto contenuto informativo, che sia chiaramente recepito da chi deve recepire, che non sia stitico nelle parole, ma nemmeno troppo logorroico.

Nell'attesa di trovare il giusto modo per emettere tale segnale, le Segreterie bla bla bla dichiarano di entrare in
CONTROSCIOPERO!

10 commenti:

Milo ha detto...

Hmmm... questa cosa mi puzza... :D

Milo ha detto...

E poi la telefonata l'ha pagata solo una! :P

:D

Maurizio Moriconi ha detto...

Pure io che c'ero ho avuto difficoltà a leggere sotto le righe, comunque non posso che approvare il Controsciopero!

Mefisto ha detto...

Noto che la pizzata e' andata bene, vi siete pure uniti in Segreterie blablabla :)
Non so se invidiare la F. toccata a R. e L., oppure quella di M. e A. -.-'

Il mio sesto senso mi dice di scegliere la F. di RLF, incrociamo le dita!

:P

Milo ha detto...

Però mi devi dire chi ha "presentat[o] altri casi, con motivazioni altrettanto frivole" e soprattutto quali motivazioni frivole! :D

quadrispro ha detto...

In attesa di evoluzioni, ritiro le dimissioni da Papa.

saltydog ha detto...

Eccomi! Confermo l'iniziativa di Luca e certifico la sua unanimità.
E' stata inoltre valutata come inopportuna l'iniziativa di un eventuale silenzio stampa.

Weisghizzi ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Flavia ha detto...

In risposta alle illazioni delle Segreterie Locali R.L.F., e in tono con il tono del comunicato, le Strutture Territoriali M.F.A. nella persona della loro portavoce dichiarano che appoggiano completamente il Controsciopero.
L'astensione dello scioperatore dallo sciopero è in effetti motivo sufficiente per astenersi dal richiamo morale, ma non dal pubblico ludibrio, che sia quindi finalizzato ad essere deterrente sufficiente al ripetersi di tali sconsideratezze...

@ Milo: Non ci provare più!!!!!!!

Supersmacissimi a tuttiiiiiiiiiiii

Volans ha detto...

Scusate, ho letto solo ora... il Sindacato non mi aveva avvisato di questo post! :D

Oltre a dare la mia pubblica approvazione alle decisioni del Sindacato Supremo, vorrei sottolineare che durante la riunione le Supreme Segreterie locali R.L.F. hanno anche operato una modifica della sigla e denominazione delle stesse da R.L.F. a L.F.R. per sottolineare meglio le proprie identità storiche e culturali ed evitare frantendimenti nelle comunicazioni bilaterali incrociate con le Supreme Strutture territoriali M.F.A. che però per l'occasione si erano disposte in modalità A.F.M.