18 ottobre 2007

Truppe Antidemone

Negli ultimi giorni, invece di scrivere su questo blog, ho letto. Per essere più precisi ho riletto "Devilman", il manga di Go Nagai. E una piccola cosa curiosa che è successo mi ha fatto.. no, non anticipo nulla.

Visto che di solito la gente conosce il cartone animato, visto che le stupide note finali a cui giungerò necessitano della conoscenza degli eventi del manga, direi che è necessario un bello spiegone.

Dunque, il cartone animato di Devilman è solo una versione edulcorata e adatta a un pubblico meno adulto di ciò che il maestro Go Nagai aveva in mente. Il grande uomo diavolo dall'inferno libero dalla pelle azzurrina, mutandoni alla superman e mosse speciali evocate a gran voce non ha nulla a che vedere con il devilman del fumetto: sanguinario, con protesi dentale e occipitale molto più puntuta, ali da pipistrello, coda e gambe pelose tipo caprone. Inoltre, mentre nel cartone animato l'essere umano (Akira Fudo) moriva e il demone (Amon) prendeva il suo posto "in incongnito", nel fumetto l'umano si "impossessa" del corpo del demone per combattere l'invasione degli altri demoni.

A questo punto avrete già immaginato che diversa è anche la trama: nel cartone la terribile tribù dei demoni invia il classico nemico della settimana a convincere Amon a tornare tra loro (poi, perse le speranze, a ucciderlo), nel fumentto invece... beh, nel fumetto succede molto meno, giusto il totale sterminio della razza umana.

Non prima però di aver delineato un tragico scenario: la razza umana, sotto la minaccia dei demoni, cede alla propria paura e comincia a sterminarsi a vicenda. Oddio, è vero che i demonietti, capita l'antifona, hanno fatto vedere o credere a tutto il mondo che possono fondersi con gli uomini e che chiunque può diventare da un momento all'altro un demone, certo è che la reazione degli umani è un po' esagerata: truppe antidemone che alla minima segnalazione di anormalità comportamentale (non sei felice? non sei allineato? non ti unisci agli altri nella caccia alle streghe?) ti si presentano davanti casa, ti trascinano via a forza con qualche familiare, ti portano in una inaccessibile torre per sottoporti a torture e lasciano gli altri tuoi parenti alle cure dei vicini di quartiere e ai loro forconi, coltelli, fiaccole e via dicendo.

Questa è la sorte che tocca nel fumetto alla povera Miki, la tipa innamorata e amata dal nostro Devilman, sbrandellata, decapitata, squartata e appesa a pezzetti su lunghi bastoni. Non per mano dei demoni. Per mano di quegli esseri umani diventati più ossessivo-compusivi per le stragi degli stessi demoni.

Giunti alla fine dello spiegone, perché tutto ciò, vi starete domandando?

Perché ieri sera ho letto questo commento¹ a un mio precedente post.

Sinceramente, ho cominciato a sentire la folla inferocita sotto casa con lunghi bastoni appuntiti che reclamava la mia testona riccioluta come souvenir d'italì.

Felipe Fudo, pensaci tu!!!

[1] mmmh a quanto pare non posso linkare un singolo commento... Vabbè, è il numero 11.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

domanda: ma sono io che ho intepretato male o il sopracitato "precedente post" era *ironico* e quindi non stavi "parlando male di felipe"?

questa guerra di demoni e antidemoni mi ricorda un pò certi flame infiniti tra linuxiani incalliti!

Luca Ferretti ha detto...

@anonimo
direi proprio di sì :-)

allanon ha detto...

Quindi per rispondere ad un commento, hai scritto un nuovo articolo?

e questo nuvoo articolo inizia casualmente con tutt'altro argomento in modo da non dover rispondere direttamente a quel commento, cosa che in effetti non fai?

Beh, verifico la mia teoria,
ricopio:

"allora tu sei uno di quelli che dà contro pollycoke? ma cosa vi ha fatto quest'uomo?
....
....
...
"

dunque, quale e' la risposta?

Diego ha detto...

Ma soprattutto: chi siamo? Dove stiamo andando?