11 novembre 2006

Quei venerdì da disegnatori

A quanto pare l'iniziativa Tango Friday sta riscuotendo un discreto successo. :-o

Debbo ammettere che i vari contributori che nei due precedenti venerdì hanno trovato tempo e ispirazione per disegnare icone rispettando le linee guida di Tango per quelle svariate applicazioni che ne erano ancora prive, debbo ammettere, dicevo, che hanno fatto un gran bel lavoro. L'anteprima di tutte le icone la trovate a collegamento nel paragrafo precedente.

Particolarmente "sexy" è l'icona che tale ulisse sta disegnando per il caro vecchio file manager Nautilus. Era da lustri che speravo in qualcuno che sappesse maneggiare così bene le spirali in un programma di grafica. Ed ora un po' di domande e risposte.

Cosa è Tango Friday?

Niente più e niente meno di un "raduno" su IRC, canale #tango su irc.freenode.net, ogni venerdì del mese, in cui varie persone intorno al mondo discutono e propongono nuove icone per varie applicazioni OS/SL (sì, indipendentemente dall'ambiente grafico, tant'è che c'è anche una icona proposta per VIM), icone che, una volta completato il set (SVG più PNG a 16, 22 e 32 pixel) viene proposto per l'inclusione nella relativa applicazione.

Ma perché lo fanno?

Ovvio, per la world domination :-) La finalità del progetto Tango è quella di fornire delle risorse per la grafica di un programma che va a inseririsi in un ambiente desktop. Poiché di ambienti desktop ce ne sono svariati (Windows XP, Aqua di MacOS, GNOME, KDE, XFCE...), i promotori del progetto Tango hanno giustamente pensato di fornire una tavolozza e delle linee guida per il disegno di icone che potessero adattarsi decentemente senza stonare in tutti i vari ambienti.

Un esempio? Date un'occhiata a questa schermata del caro vecchio GIMP nella versione di sviluppo (futura 2.4) con le nuove icone in stile Tango inserito in un ambiente Windows XP.

Il Tango Friday è, se vogliamo, una trovata quasi di marketing per spingere più persone a disegnare qualcosa di buono e per finalizzare i loro sforzi (se l'icona me la disegno e poi il programma non l'accetta è una bella perdita di tempo).

Anch'io, anch'io!

Se vi sentiti bravi nel disegno computerizzato e sapete usare GIMP e Inkscape, allora leggetevi ben benino le linee guida di Tango (magari date anche visione ai due video di Jimmac - sempre nella pagine delle linee guida di Tango) e cominciate a disegnare.

Ovviamente se siete in tali condizioni, tenete anche presente che c'è da completare il tema di icone predefinito di GNOME.

Oh, non dimenticate che, sebbene i file SVG ben si prestano al copia e incolla, le icone di Tango (quelle che fanno parte del pacchetto tango-icon-theme) sono rilasciate sotto licenza Creative Common e che quindi non è possibile prendere pezzi di quelle icone, riportarle in una nuova icona e rilasciare la nuova icona sotto licenza GLP.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

In genere mi piacciono le icone tirate fuori da Tango. Ma quelle di Gimp non mi convincono per niente.
Saranno colorate e caramellose, ma non sono abbastanza minimaliste.
Per me devono essere come i cartelli stradali, dove basta un minimo colpo d'occhio per identifcarle.
Voglio roba stilizzata al massimo.

ulisse ha detto...

Grazie del complimento, ho anche bloggato al proposito :)

Ci vediamo su #tango, qual'è il tuo nick?

Alessandro ha detto...

Invece a me le nuove icone di gimp piacciono un sacco!

Scusa l' ignoranza, ma come si può contribuire al tango-project?

Saluti